Quando si tratta di streaming multimediale, non c’è giocatore migliore di Kodi. Può trasmettere tutto in streaming dalla tua collezione di cofanetti alla TV in diretta, ben lontano dai suoi umili inizi sulla Xbox originale. Poiché è multipiattaforma, non avrai problemi a installarlo sul tuo PC Linux.

Alcuni repository Linux includono già Kodi come parte dei loro pacchetti software, ma non tutti. Ecco come installare Kodi su alcune delle distribuzioni Linux più popolari.

Ubuntu e installazione di Kodi

Le versioni recenti di Ubuntu hanno incluso Kodi come parte dei repository software predefiniti di Ubuntu. Ciò significa che puoi installarlo direttamente dal terminale senza dover prima aggiungere un nuovo repository software. Tutto quello che devi fare è aprire una finestra di terminale e digitare:

Se stai cercando le versioni più recenti di Kodi, potresti invece voler installare Kodi dai repository del Team Kodi. Per farlo, digita:

sudo apt install software-properties-common
sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc/ppa
sudo apt update
sudo apt install kodi

Se preferisci ottenere la versione più all’avanguardia di Kodi (come le versioni beta o le build notturne), avrai bisogno dei repository degli sviluppatori.

Seguire le istruzioni sopra e sostituire ppa:team-xbmc/ppa o ppa:team-xbmc/unstable per le versioni beta o ppa:team-xbmc/xbmc-nightly per build notturne con le correzioni e le funzionalità più aggiornate.

Puoi seguire queste istruzioni anche per altre versioni di Ubuntu, come Kubuntu, così come per distribuzioni come Linux Mint.

Se preferisci installare utilizzando una GUI, puoi installare Kodi da un pacchetto snap utilizzando il catalogo del software Ubuntu. Basta aprire il menu delle applicazioni (in basso a sinistra) e digitare Kodi. Dovresti vedere Kodi elencato un risultato in alto. Premilo e ti porterà al catalogo del software.

Finestra del catalogo di installazione di Kodi Ubuntu

Da lì, fai clic su Installa e Kodi si installerà automaticamente.

Debian e l’installazione di Kodi

Ubuntu è basato su Debian, quindi le istruzioni per l’installazione su Debian sono abbastanza simili. Il metodo più semplice è usare la versione Kodi nel repository Debian principale, supponendo che tu stia eseguendo Stretch (Debian versione 9) e successive. Apri un terminale e digita:

sudo apt update
sudo apt install kodi

Queste istruzioni funzioneranno anche per Raspbian, la distribuzione basata su Debian per Raspberry Pi.

Finestra del terminale di installazione di Kodi Raspbian

Preferisci un programma di installazione della GUI? Apri Synaptic, la GUI per apt, andando su Applications -> System Tools -> Synaptic Package Manager. Clic search e inizia la ricerca di Kodi.

Contrassegnalo per l’installazione, quindi fai clic apply. Synaptic avvierà quindi l’installazione.

Fedora e installazione di Kodi

A differenza di Debian e Ubuntu, non esiste una versione di Kodi disponibile per Fedora da un official deposito. Dovrai prima aggiungere il repository RPM Fusion. Per farlo, apri un terminale e digita:

sudo dnf install https://download1.rpmfusion.org/free/fedora/rpmfusion-free-release-$(rpm -E %fedora).noarch.rpm https://download1.rpmfusion.org/nonfree/fedora/rpmfusion-nonfree-release-$(rpm -E %fedora).noarch.rpm

Dovrai anche modificare la configurazione per SELinux, un meccanismo di sicurezza che fa parte del kernel Linux. Nel terminale, digita:

sudo gedit /etc/selinux/config

Individua il SELINUX=enable e scambiare enable a permissive. Salva, esci e riavvia una volta terminato. Con RPM Fusion disponibile e SELinux impostato, ora puoi installare Kodi. Tipo:

Questo installerà Kodi usando l’ultimo pacchetto disponibile.

Arch e installazione di Kodi

La filosofia di Arch è incentrata sulla personalizzazione della distribuzione Linux in base alle proprie esigenze. Tuttavia, non avrai bisogno di approfondire le profondità di Arch per installare Kodi. Apri il tuo terminale e digita:

pacman -Syu
pacman -S kodi

Questo installerà l’ultima versione di Kodi sul tuo dispositivo in esecuzione Arch. Un ampio Articolo di Kodi su Arch Wiki offre suggerimenti di supporto e ottimizzazione per Kodi su Arch, nonché istruzioni per compilare Kodi da solo, se ne hai bisogno.

Streaming migliore con Kodi su Linux

Con Kodi installato, puoi iniziare a passare all’installazione dei migliori componenti aggiuntivi di Kodi per trasformarlo nell’unico media center di cui avrai mai bisogno. La natura open source e collaborativa del suo sviluppo ha conquistato molti fan di Kodi, ma ci sono alcune buone alternative a Kodi da considerare se non fa per te.

Quale lettore multimediale Linux pensi sia il migliore? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Iscriviti alla nostra Newsletter!

I nostri ultimi tutorial sono stati consegnati direttamente nella tua casella di posta

Ben Stockton

Ben Stockton

Ben è uno scrittore di tecnologia con sede nel Regno Unito con una passione per i gadget, i giochi e la geek in generale.

Previous articleCome aggiungere una firma scritta a Google Docs
Next articleCome installare Kodi su RetroPie